Manovra 2018: ecco le novità

17 ottobre 2017   /   Chiara Patitucci   /   Notizie   /  

Il Consiglio dei ministri sta varando la manovra per il 2018 che annuncia nuove misure. Eccole nel dettaglio.

Bonus verde
Previste detrazioni fino al 36% per la cura del verde privato: terrazzi e giardini, anche condominiali.

5G

Il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli ha annunciato tra le misure della manovra anche le norme relative all’asta della frequenze 5G, per la quale “la base d’asta sarà di 2,5 miliardi”.

Sgravi per i neoassunti 
La manovra si reggerà su un valore complessivo di 20 miliardi di euro. Una buona parte delle risorse disponibili saranno destinate a finanziare gli sgravi per le assunzioni di giovani: : gli stanziamenti ammontano a 338 milioni nel 2018 per poi salire esponenzialmente. Lo sgravio, ha riferito il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, sarà del 50% dei contributi previdenziali per tre anni per ogni nuovo assunto a tempo indeterminato. Solo per il primo anno, il 2018, la soglia delle assunzioni incentivate sarà valida fino al compimento dei 35 anni. Lo sgravio sarà invece al 100% per il Sud, confermando l’attuale normativa.

Fondi per la previdenza
Per la cassa integrazione straordinaria sono disponibili 100 milioni di euro per un anno accompagnati da politiche attive per la ricollocazione al lavoro. Sull’apprendistato duale è previsto uno stanziamento di 85 milioni di euro.

Superammortamenti per le imprese
Confermato il superammortamento per le imprese anche se con una soglia leggermente più bassa, si parla del 130 per cento. Invariato, invece,  l’iperammortamento al 250 per cento. In arrivo anche il nuovo credito d’imposta al 50% per le spese in formazione digitale 4.0.

Ecobonus per i condomini
La manovra 2018 garantirebbe anche la stabilizzazione dell’ecobonus almeno per un quinquennio a favore dei condomini. Sicuramente sarà confermato anche nel 2018, con uno sconto fiscale un po’ più basso (al 50% anziché al 65%) per le finestre o le caldaie a condensazione, ma allargato anche agli incapienti grazie alla possibilità di cessione del credito.

Fondi per l’inclusione sociale
Per la lotta alla povertà arrivano 600 milioni in più nel 2018, 900 milioni nel 2019 e 1,2 miliardi nel 2020.

Fonte: ilSole24ore

Commenti (0)

scrivi un commento

Commento
Nome E-mail Sito internet