BC Partners cede Coin a Beraldo

2 marzo 2018   /   Chiara Patitucci   /   Finanza, industria 4.0, Mercati, Notizie   /   , ,

Insegne Coin spa passano sotto il controllo di Centenary, cordata italiana di manager e imprenditori organizzata dall’amministratore delegato del gruppo di grandi magazzini, Stefano Beraldo.

“Coin diventerà qualcosa di più di un punto vendita – ha spiegato Beraldo – . Il progetto è quello di trasformare i grandi magazzini in luoghi d’incontri per servizi, esperienze e iniziative particolari, dove la gente si ritrova per magari, vedere una mostra, la presentazione di un libro. L’idea è quella di replicare il successo del Coin di Cola di Rienzo a Roma, che con questa nuova formula ha aumentato i ricavi del 30%”.

Il 25% del capitale di Centenary è in mano a 23 manager delle insegne venete, mentre il resto delle azioni con pacchetti che vanno dal 5 al 15% è suddiviso tra una serie di imprenditori.

Il processo di vendita di Coin era stato aperto lo scorso maggio, quando l’azionista di maggioranza di Coin, BC Partners, aveva dato mandato a Rotschild.  Il gruppo è controllato dal 2011 dal fondo BC Partners, in coinvestimento con Investindustrial e Ontario Teachers Pension Plan e con il management. Nel dettaglio, al momento delll’acquisizione, dopo il delisting da Piazza Affari, il Gruppo Coin, tramite la lussemburghese Icon 1 sa, faceva capo per l’80,5% al fondo Bc Partners, per il 13,68% all’Ontario Teachers Pension Plan, per il 4,56% al fondo Investindustrial (tramite GB Holdings) e per l’1,245% ai manager.

Il Gruppo Coin aveva poi chiuso l’esercizio 2015-2016 al 31 gennaio 2016 con 1,56 miliardi di euro di ricavi netti consolidati (da 1,51 miliardi l’anno prima) e un debito finanziario netto di 358,6 milioni (da 822,5 milioni).

Dopodiché Coin ha via via ceduto sul mercato altre quote. L’ultima operazione risale allo scorso settembre, quando con un’operazione di accelarated bookbuilding Coin ha venduto una quota del 12,3% del capitale di Ovs al prezzo di 6,53 euro per azione, incassando circa 183 milioni di euro e scendendo al 17,8% del capitale di Ovs.

Coin conta oggi 35 grandi magazzini a gestione diretta nelle migliori piazze d’Italia, nonché una settantina di negozi gestiti da terzi, soprattutto con la formula di Coin Casa, dislocati dentro i centri commerciali e i department store di tutto il mondo. Coin conta circa 400 milioni di ricavi netti, 12 milioni di ebitda, 10 milioni di cassa e non ha perdite. Sulla base di questi numeri è stato valutato circa 70 milioni di euro.

La partecipazione di Ovs ancora in portafoglio non è stata considerata parte della trattativa, dato che Ovs capitalizza 1,23 miliardi e che Coin possiede appunto ancora una quota del 17,8%, di cui peraltro si dice che sarebbe prossima la vendita.

PER INFORMAZIONI SU FINANZA, INDUSTRIA 4.0 E STARTUP, NON ESITATE A CONTATTARE IL NOSTRO TEAM.

 

 

 

Fonte: Bebeez

Commenti (0)

scrivi un commento

Commento
Nome E-mail Sito internet