Cerved assume 400 esperti di credit management

5 marzo 2018   /   Chiara Patitucci   /   Finanza, industria 4.0, Innovazione, Mercati, Notizie   /   ,

Cerved è pronta ad assumente 400 persone, di cui almeno 300 provenienti dal settore del credit management, in parte dalle piattaforme per la gestione dei crediti deteriorati che la società ha acquisito.

A fare l’annuncio è il ceo, Marco Nespolo, appena dopo la chiusura del bilancio 2017 che ha registrato ricavi oltre i 401 milioni (+6,5%) e utili a 98 milioni (+6,8%). L’ebitda rettificato è stato di 187,3 milioni con una crescita del 4% mentre l’indebitamento netto è stato di 474,2 milioni, in calo del 49,2% anno su anno.

“Il credit management in Cerved esiste dal 2011 – ricorda Nespolo – ma nel corso del tempo è cresciuto grazie alle partnership con Monte dei Paschi di Siena, Quaestio e Popolare di Bari e altre banche che ci hanno affidato le loro piattaforme per la gestione dei non performing loans (Npl)”.

Parte delle assunzioni verrà fatta dunque attingendo a questo bacino di personale mentre le altre saranno effettuare per gestire gli altri contratti Npl, a cominciare da quello da 2 miliardi della Rev, la società della banca d’Italia che ha preso in carico i crediti inesigibili delle 4 banche in risoluzione: Popolare Etruria, Banca Marche, Carichieti e Banca di Ferrara. Oggi Cerved ha circa 2mila dipendenti e 500 collaboratori esterni.

 

Fonte: Corcom

Commenti (0)

scrivi un commento

Commento
Nome E-mail Sito internet