Firenze

PMI toscane a caccia di investimenti esteri

14 Luglio 2015   /   Chiara Patitucci   /   Notizie   /  

Le nuove iniziative avviate dalla Regione Toscana per promuovere nuove investimenti esteri sul territorio.
È stata siglata in Toscana una nuova intesa per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. Il fine è quello di ricercare investitori internazionali e favorire il loro insediamento sia industriale sia istituzionale, come ha sottolineato il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, che ha firmato l’accordo insieme al viceministro Carlo Calenda e Andrea Napoletano in rappresentanza del Ministero dello Sviluppo Economico e ICE:

«Fra le Regioni italiane, la Toscana è la prima a firmare un’intesa del genere e il nostro è un autentico, riconosciuto, modello di Governance interistituzionale, un laboratorio estendibile anche ad altre Regioni interessate a investire in questo tipo di azioni».

Imprese estere in Toscana
In Toscana sono attive 420 imprese estere con oltre 35 mila dipendenti diretti e 15 miliardi di fatturato. Arrivano dal Nord America, dall’Unione Europea e dal Giappone, come anche da Cina, Sud Africa e Nord Africa.

Promozione
Presso la Presidenza della Regione Toscana è stato istituito un ufficio apposito per avviare iniziative di attrazione e accompagnamento degli investitori stranieri. L’accordo siglato recentemente, inoltre, ha validità triennale e prevede quattro linee guida:

  • avviare un “confronto strutturato” per l’attuazione di strategie;
  • fornire assistenza agli investitori stranieri presenti in Toscana e alle imprese italiane che offrono opportunità di investimento;
  • condividere un sistema informativo su normative e incentivi;
  • svolgere attività promozionali congiunte per favorire investimenti diretti.