Credito di imposta del 36% per prodotti plasmix

5 gennaio 2018   /   Antonio Del Furbo   /   industria 4.0, Innovazione, Notizie, Tecnologia   /   , , ,

Credito di imposta del 36%, fino ad un valore massimo di 20.000 euro, per l’acquisto da parte delle aziende di prodotti realizzati con materiali ottenuti da rifiuti da plastiche miste, plasmix.

La nuova direttiva inserita in Legge di Bilancio introduce un credito d’imposta del 36%, fino ad importo massimo annuale di 20.000 euro, per le aziende che, nei prossimi tre anni, acquisteranno prodotti realizzati con materiali ottenuti da plastiche miste (plasmix) provenienti dalla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica o da selezione di rifiuti urbani residui.

L’iniziativa potrebbe rilanciare ulteriormente il circolo virtuoso del riciclo italiano. Le plastiche oggetto di provvedimento, ovvero le plastiche miste, rappresentano infatti la porzione di rifiuti con una maggiore difficoltà di riciclo meccanico. Per questo motivo solitamente il loro destino è rappresentato da una semplice discarica, oppure da un inceneritore.

Dal punto di vista normativo si tratta della prima volta in cui viene attivato un incentivo a livello nazionale, mentre a livello regionale c’erano già stati dei precedenti significativi, come quello della Regione Toscana dal 2011. In questo caso l’incentivo previsto dalla Legge di Bilancio è valido per il triennio 2018-2020.

Per ulteriori approfondimenti non esitate a contattare il team di Consulenza e Risorse.

Fonte: Pmi

Commenti (0)

scrivi un commento

Commento
Nome E-mail Sito internet