Cybercrime: anche le assicurazioni danno una mano alle aziende

2 gennaio 2018   /   Antonio Del Furbo   /   industria 4.0, Innovazione, Notizie, Tecnologia   /   , ,

Digitalizzazione e innovazione comportano per le aziende anche pericoli legati all’utilizzo “incauto” delle tecnologie. Per questo, oltre alle opportunità legislative che permettono investimenti per tutelarsi dal cybercrime e su cui Consulenza e Risorse è in grado di aiutarvi, stanno iniziando a diffondersi specifiche assicurazioni a protezione dei dati delle imprese.

Secondo una ricerca condotta da AXA Italia:

  • il 70% degli Italiani si sente esposto al cambiamento, accelerato dalla tecnologia;
  • emerge una richiesta di supporto che coniughi protezione e innovazione, con un ruolo chiave per le assicurazioni;
  • fiducia, connessione, sharing economy ma anche  cyber risk come rischi/opportunità;
  • il 30% degli Italiani lamenta eventi imprevedibili in ambito economico-lavorativo, salute, vita affettiva e abitazione;
  • il 70% si sente esposto ad eventi improvvisi soprattutto per quanto riguarda l’abitazione (41,5%), il reddito (39,3%), la salute (36,8%) e la sfera lavorativa (34,6%);
  • risulta quasi plebiscitario (90%) il ruolo dirompente svolto dalla tecnologia per prevenire l’imprevedibile.

Nonostante le preoccupazioni continuino ad esistere, diminuisce la paura del futuro (dall’82% del 2013 al 76,9% del 2017). La tecnologia è il principale motore di questo cambiamento e l’innovazione apre le porte ad una diffusa domanda di supporto da parte degli Italiani per gestirlo attivamente.

In questo percorso di cambiamento influenzato dalla digitalizzazione, le assicurazioni vengono percepite, soprattutto dai giovani (fasce 18-24 e 25-34), come un consulente nella gestione del cambiamento, consentendo:

  • di correre qualche rischio in più in sicurezza per il 18,5% dei giovani dai 25 ai 34 anni (14,4% per il totale della popolazione);
  • di pianificare meglio il futuro per il 24,6% degli under 25 (14,2% di accordo da parte del totale della popolazione);
  • l’11,5% degli under 25 e il 10% dei 25-34enni sarebbe molto interessato a sottoscrivere un prodotto di consulenza per la gestione del cambiamento offerto da un’Assicurazione (7,3% del totale della popolazione).

Quasi la metà degli intervistati (46,9%) si dichiara interessata a servizi di consulenza assicurativi nella gestione del cambiamento e in grado di accompagnarli nelle fasi decisive della vita con un crescente interesse verso nuovi servizi.

Tra i maggiori timori legati alla tecnologia rimane la paura di perdere i propri dati: il 51,7% teme la clonazione di carte di credito e le frodi digitali; il 50% l’intrusione e gli attacchi hacker al pc e ai dispositivi connessi in rete e il 46, 2% il furto di password e codici personali.

Fonte: Axa

Commenti (0)

scrivi un commento

Commento
Nome E-mail Sito internet