Google: 16 miliardi di dollari spostati alle Bermuda

4 gennaio 2018   /   Antonio Del Furbo   /   Finanza, Mercati, Notizie   /   , ,

Sono ben 16 i miliardi di dollari che Google ha trasferito nel 2016 alle Bermuda per risparmiare sulle tasse. A riferirlo è un’inchiesta di Bloomberg, che cita alcuni documenti reperiti nei Paesi bassi, depositati dalla società presso la camera di commercio olandese il 22 dicembre.

Stando alla ricostruzione, Google avrebbe utilizzato due società irlandesi e una olandese, spostando i ricavi in un primo momento dall’Irlanda all’Olanda, in un “contenitore” senza dipendenti, e da lì nell’arcipelago dell’Atlantico, presso una seconda società registrata in Irlanda, “Google Ireland holdings unlimited”, dove non sono applicate tasse sui profitti delle aziende. Da qui le definizioni “Double Irish” e “Dutch sandwinch” per descrivere la pratica.

Nell’anno Google avrebbe spostato in tutto una somma il 7% più alta rispetto a quello movimentata allo stesso modo dalla società nel 2015.

“Paghiamo tutte le tasse dovute e rispettiamo le leggi fiscali in tutti i paesi in cui operiamo in tutto il mondo, e rimaniamo impegnati nel sostenere la crescita dell’ecosistema digitale” ha detto il portavoce di Google. L’aliquota pagata nell’anno su scala globale da Google, in virtù anche di questo espediente, è stata secondo quanto ricostruito da Bloomberg del 19,3%. Il risparmio sarebbe così stato per la società, rispetto all’ammontare delle tasse se non avesse effettuato lo spostamento, di 3,7 miliardi di dollari.

 

Fonte: Corcom

Commenti (0)

scrivi un commento

Commento
Nome E-mail Sito internet