E-fattura: la Commissione europea dice sì

13 febbraio 2018   /   Chiara Patitucci   /   industria 4.0, Innovazione, Notizie   /   , , ,

Anche la fatturazione elettronica tra privati, obbligatoria dal prossimo anno in base alla Legge di Bilancio 2018, incassa il nulla osta della UE. Le regole comunitarie (articolo 232 della direttiva 112/2006) prevedono infatti degli specifici requisiti in materia, dunque serviva il placet della Commissione Europea – ora la palla passa al Consiglio UE – per partire dal primo gennaio 2019 in Italia con la e-fattura B2B.

La questione riguarda, in sostanza, la risposta alla deroga esplicitamente chiesta dall’Italia, motivata con vantaggi in termini di semplificazione e di contrasto all’elusione. La Commissione UE ha predisposto un documento, lo scorso 5 febbraio, che consente all’Italia di applicare la fatturazione elettronica tra soggetti privati fino al 31 dicembre 2021. Dopo questa data, si dovrà presentare una relazione sul funzionamento della misura.

La fatturazione elettronica, come è noto, è già obbligatoria verso al Pubblica Amministrazione, mentre le regole relativo all’obbligo anche nel B2B è contenuto nel comma 909 della legge 502/2017. La fattura elettronica fra privati sarà obbligatoria per tutti i soggetti residenti, stabiliti, o identificati nel territorio dello Stato.

Commenti (0)

scrivi un commento

Commento
Nome E-mail Sito internet