Il 5G vale 1,6 trilioni di dollari

28 febbraio 2018   /   Antonio Del Furbo   /   industria 4.0, Innovazione, Notizie, Tecnologia   /   ,

L’obiettivo è quello di sbloccare il potenziale del 5G e permettere una trasformazione digitale dell’industria che ne rilanci la capacità di produrre ricavi.

Ad agevolare il percorso è Ericsson con la sua “Guida per cogliere il potenziale economico della digitalizzazione industriale grazie al 5G, presentata al Mobile World Congress. Il gruppo svedese ha calcolato che, grazie all’utilizzo della tecnologia 5G per l’implementazione di casi d’uso nei processi di digitalizzazione industriale, nel 2026 gli operatori potranno accrescere i propri ricavi tra i 204 e i 619 miliardi di dollari (pari al 12-36%), da aggiungere agli 1,7 trilioni di dollari già stimati come ricavi dai servizi per lo stesso periodo.

Nella “Guida” Ericsson ha esaminato oltre 400 casi d’uso in contesti di digitalizzazione industriale in 10 settori verticali: energia e utilities; manufacturing; sicurezza pubblica; sanità; trasporto pubblico; media ed entertainment; settore automobilistico; servizi finanziari; retail e agricoltura. Su 400 casi d’uso, sono più di 200 quelli in cui ci si aspetta che il 5G giochi un ruolo vitale; i casi d’uso sono stati raggruppati in cluster, al fine di aumentare le opportunità di guadagno e superare eventuali problematiche legate all’implementazione. La guida  spiega anche come i casi d’uso possono evolvere per realizzare il pieno potenziale economico della trasformazione digitale delle industrie trainato dal 5G. Infine, il report esamina le varie iniziative intraprese dagli operatori in quest’ambito, condividendo alcune delle best practice.

Tra il 2016 e il 2026, i ricavi della digitalizzazione per i player del settore Ict sono destinati a crescere del 13,6% ogni anno, mentre le previsioni di crescita attuali per i ricavi dei servizi degli operatori sono pari all’1,5%. Mentre il 5G diventa sempre più essenziale per le industrie, aumentano le opportunità di nuovi guadagni per gli operatori abilitate dal 5G, per un valore pari a fino il 47% del totale dei ricavi generati dal 5G stimati al 2026, osserva l’azienda svedese.

Ericsson ha identificato in particolare nove cluster che coprono quasi il 90% delle potenziali opportunità di business abilitate dal 5GL’automazione in tempo reale è il cluster più importante, con ricavi potenziali pari a 101 miliardi di dollari entro il 2026. Il potenziamento dei servizi video è al secondo posto, con un guadagno stimato a 96 miliardi di dollari nello stesso periodo.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI SU FINANZA, INDUSTRIA 4.0 E STARTUP, NON ESITATE A CONTATTARE IL NOSTRO TEAM.

 

 

Fonte: Corcom

Commenti (0)

scrivi un commento

Commento
Nome E-mail Sito internet