Il fondo GIP mette sul piatto 1,9 mld per il 100% di Ntv

6 febbraio 2018   /   Chiara Patitucci   /   industria 4.0, Mercati, Notizie   /   ,

L’offerta è arrivata sul tavolo del Consiglio di amministrazione di Nuovo Trasporto Viaggiatori (Ntv), il gruppo di trasporti ferroviari proprietario dei treni Italo,  in procinto di quotarsi a Piazza Affari entro fine mese con un flottante del 35-40%.

Il fondo Global Infrastructure Partners III è pronto a pagare 1,9 miliardi di euro per l’intero equity di Ntv, pari quindi a un enterprise value di 2,4 miliardi, includendo il debito, comprensivo del bond da 550 milioni.

Nel testo del comunicato si legge che “l’offerta prevede altresì:

  1. la facoltà dei destinatari della medesima di reinvestire fino ad un massimo del 25% dei proventi derivanti dalla vendita alle stesse condizioni dell’eventuale acquisto da parte di GIP. A tale possibilità di reinvestimento possono aderire uno o più destinatari dell’Offerta, fermo restando il limite massimo del 25%e quindi in modo che, all’esito dell’eventuale reinvestimento, GIP sia titolare di una partecipazione non inferiore al 75%;
  2. la concessione di una opzione di vendita avente ad oggetto l’intero reinvestimento, esercitabile quanto al 50% del reinvestimento al terzo anno e quanto al rimanente 50% al quinto anno, a condizioni predefinite;
  3. l’auspicio che l’attuale Presidente (avv. Luca Cordero di Montezemolo) e Amministratore Delegato (dott. Flavio Cattaneo) mantengano i rispettivi ruoli in Italo;
  4. la disponibilità a valutare, successivamente all’eventuale perfezionamento dell’acquisto, un piano di incentivazione diretto a dirigenti e dipendenti”.

Così oggi pomeriggio il Cda di Ntv dovrà quindi decidere se accettare o meno la proposta, che scade domani  7 febbraio, giusto un giorno prima la riunione della Consob fissata per dare il via libera al prospetto di quotazione.

Global Infrastructure Partners gestisce nel complesso circa 40 miliardi di dollari di asset. Il fondo GIP III ha chiuso la raccolta la scorsa primavera a quota 15,8 miliardi di dollari. GIP investe nei settori energia, trasporti, acqua e riciclo dei rifiuti. Nel settore trasporti, GIP ha oggi in portafoglio partecipazioni negli aeroporti di Londra Gatwick e di Edimburgo; nella società di gestione internazionale di terminal container del gruppo Msc, Terminal Investment Limited; nel porto di Melbourne in Australia; e nel principale gestore di trasporti ferroviari merci australiano Pacific National. In precedenza, sempre nel settore trasporti, GIP ha investito in London City Airport e nel Porto di Brisbane in Australia.

Oggi Ntv è controllata da Intesa Sanpaolo al 19,2%, Diego della Valle (17,4%, tramite MDP Holding Due  srl e FA.DEL. srl), Generali Financial Holdings (14,6%, tramite Allegro sarl), Peninsula Capital (12,4%, tramite PII1 sarl), Luca Cordero di Montezemolo(12,4%, tramite MDP Holding Uno srl e MDP Holding Quattro srl), Gianni Punzo (8%, tramite tramite MDP Holding Tre srl), Isabella Seragnoli (5,8%, tramite Mais spa), Flavio Cattaneo (4,9% tramite Partind srl, ma 5,1% se considerata la partecipazione indiretta in PII1 sarl) e Alberto Bombassei (4,9%, tramite Nuova Fourb srl).

Per qualsiasi informazione riguardante contributi per Industria 4.0 focalizzati sul settore R&D (Ricerca e Sviluppo), non esitate a contattare il nostro team. 

 

Fonte: Bebeez

Commenti (0)

scrivi un commento

Commento
Nome E-mail Sito internet