Zte rilancia: “Altri investimenti per l’Italia”

14 febbraio 2018   /   Chiara Patitucci   /   industria 4.0, Innovazione, Mercati, Notizie, Tecnologia   /   , , , ,

Hu Kun, amministratore delegato di Zte, ha deciso di scommettere, e tanto, in Italia. La nostra volontà e capacità di investimento non sono limitate, bensì hanno una proiezione e una visione a lungo raggio” ha precisato Kun. L’idea è quella di fare del nostro Paese un “hub” europeo in particolare in materia di 5G.

Proprio nei giorni scorsi è stato inaugurato a L’Aquila il nuovo centro di innovazione e ricerca sul 5G.

“Il lavoro e la collaborazione con il Governo sono per noi pilastri fondamentali. Non esiste possibilità di sviluppo senza un buon dialogo con le istituzioni. Per tali ragioni noi siamo in Italia per rimanerci ed abbiamo anche cambiato il nome della nostra società da Zte Italy a Zte Italia per rafforzare, anche da un punto di vista simbolico, il nostro desiderio di diventare un player che sia considerato sempre più un riferimento per questo Paese.”

Ottimi i numeri dell’occupazione e degli investimenti. “In poco meno di un anno – spiega Kun abbiamo assunto centinaia di italiani, dagli ingegneri agli esperti delle funzioni di staff, dagli amministrativi ai tecnici. Diamo lavoro a decine di piccole aziende che stanno operando per nostro conto sulla rete di Wind Tre: Aziende italiane che sono al top della qualità.”

E per il futuro? “Nei prossimi mesi e nei prossimi anni il livello degli investimenti economici aumenterà. Siamo una multinazionale che fa sì profitto, ma che a sua volta genera profitti per gli stakeholder. L’Italia è per noi un Paese strategico e deve diventare sempre di più il nostro hub europeo.”

Per ulteriori chiarimenti e informazioni riguardanti contributi per Industria 4.0 focalizzati sul settore R&D (Ricerca e Sviluppo), non esitate a contattare il nostro team. 

 

 

Fonte: Corcom

Commenti (0)

scrivi un commento

Commento
Nome E-mail Sito internet